Bob Rokk ..a DJ experience..
BRK_home page.png
IMG_0808.jpg

BIO

BOB ROKK è un economista ribelle che, come un Dr.Jekyll&Mr.Hyde, è posseduto dall’attrazione per la Dance e dall’amore per il Rock Duro.. 

 

a 5 anni, si fa comprare dalla mamma il 45 giri Jesahel dei Delirium (sì, quelli di Ivano Fossati)..

 

a 6 le sue orecchie cominciano ad abituarsi a suoni più corposi grazie alla sorella che diffonde (attraverso nastri a bobina Geloso) ‘Ballroom Blitz’ dei Sweet..

 

a 10 ascolta i Genesis e gli Yes e legge avidamente il settimanale Ciao 2001..

 

a 17 viene folgorato dalla figura del Disc-Jockey e decide che in discoteca non ci si va per agganciare, ma per piazzarsi tutta la sera dietro alla console per capire come caspita funziona quella roba..gli amici passano a riprenderlo quando è ora di andarsene..

 

negli anni 80 la radio di Torino che, in ambito Dance, va per la maggiore è Radio Veronica One..nel pomeriggio trasmettono tutti i suoni più trendy (all’epoca la Afro è il massimo)..il negozio sponsor è Hot Point, una vera istituzione: diventa la sua meta preferita ove spendere le paghette materne per assicurarsi quintali di dischi mix, come si usa chiamare i 12”..

 

l’approccio iniziale al djing vede: da una parte il giradischi di casa (un Thorens da rallentare e velocizzare con il dito!), dall’altra un registratore a cassette (da far partire a tempo!)..un’accoppiata difficile da concepire anche nel peggiore degli incubi!

urge un rimedio, che prende la forma di 2 giradischi Lenco L75, usati (ovviamente di due versioni diverse!)..costano poco e si basano sul sistema a puleggia che li fa sembrare la cosa più simile ai Technics 1200 a trazione diretta (pura libidine irraggiungibile!)..

 

finalmente diventa possibile registrare le agognate cassette che allietano amici vicini e lontani e costituiscono la colonna sonora di ogni estate passata con loro..

lo spirito è quello pionieristico di chi bussa a tutte le porte delle discoteche per offrirsi come mozzo del DJ titolare, magari per aprire la serata con musica di sottofondo o per fare le luci..mitiche le scorribande notturne a cavallo di un motorino Califfone, con dischi al seguito, per fare l’aiuto DJ alla Piscina dei Castelli (Sestri Levante)..

 

le cassette hanno la fortuna di ritrovarsi in qualche autoradio giusta e si aprono le porte di alcuni locali torinesi di peso come il Whiskey Lido, il Patio, il Pick Up e il Vaniglia..

..poi, per qualche anno, lo studio reclama il suo spazio sospendendo le attività discotecare..

 

..ma lo spirito ribelle non si può reprimere..e allora nel 2001 l’anima più rockettara riemerge ispirando la fondazione dell’edizione Italiana di ROCK HARD (nota rivista Hard Rock/Metal tedesca), pubblicata in edicola tutti i mesi, 130 pagine con cd allegato e un programma radiofonico settimanale (Crazy Train) trasmesso da ROCK FM..una bella sfida che chiama a raccolta parecchie tra le migliori penne giornalistiche del settore..

 

BOB ROKK, in più di 30 anni, ha accarezzato varie situazioni dell’universo musicale..

BOB ROKK non è un musicista, non è un dj-produttore, non è un virtuoso della console che scratcha con i piedi, non è un cantante..

BOB ROKK è solo innamorato della Musica, delle sue emozioni, delle sfumature che vanno colte scegliendo Cosa e Quando, con gusto ed attenzione..

il tutto per un nobile scopo: farVi ballare e divertire!..

 

Stile

 

..L’UNICA COSA CHE CONTA E’ LA MUSICA..

tutti devono ascoltare qualcosa per cui valga la pena alzarsi dalla sedia per andare a ballare..

Anni 60, 70, 80, House, Techno, Rock, Funky, Italiani..non importa..ogni brano deve avere la sua generosa dose di GROOVE, quel qualcosa in più che ti ipnotizza, che ti coinvolge, che ti spinge in pista..

BOB ROKK nasce negli Anni 80 con il vinile sotto le dita..quindi, se ne ha la possibilità, lo utilizza ben volentieri anche adesso..

There are a lot of misconceptions based around the technology that allows you to perform in such a way. Years ago when you had two turntables and a mixer and a bunch of records, you DJ’d. You pulled the record out, put the needle on the record and hopefully you were talented enough to mix that record clean. That was it.
Carl Cox, House Disc Jockey, UK, 2018
PIONEERDJ.png
FBT.png
SHURE_white.png
ADJ.png
 
Matrimonio.com
IMG_0782_01.jpg